Farmaci online, sequestrate confezioni per 51 milioni di dollari in tutto il mondo

  • 27 Sep 2017

Venticinque milioni di confezioni di farmaci potenzialmente pericolosi sequestrati, per 51 milioni di dollari, e 400 arresti nel mondo: sono i numeri dell'operazione Pangea X, la più vasta contro la vendita illecita di medicinali online condotta da Interpol, a cui ha contribuito Europol. Tra le sostanze sequestrate figurano integratori alimentari, prodotti nutrizionali ma anche trattamenti per l'epilessia. L'operazione è stata condotta in 123 paesi e, oltre agli arresti, ha portato alla chiusura di 3.584 siti web. Sospesi, inoltre, più di tremila annunci pubblicitari online.

La contraffazione farmaceutica (e alimentare) – denunciano @Società Italiana di Farmacologia (SIF) e @Società Italiana di Tossicologia (SITOX) – è un fenomeno in evoluzione e accrescimento. Un allarme sempre più forte necessita di una proposta forte a tutti i livelli. Esattamente da queste premesse, già nei mesi scorsi, è stato preso un impegno tra le Società, i principali operatori della sanità nazionali e forze dell'ordine: un patto utile allo scambio di informazioni e sottoscritto da SIF; SITOX; Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA); Federfarma; Farmindustria; Centro Nazionale di Informazione Tossicologica; Centro Antiveleni di Pavia; IRCCS Fondazione Maugeri (Pavia); Università degli Studi di Bologna, Università degli Studi di Milano; Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell'Emilia Romagna "Bruno Ubertini" (Brescia); UOC Epidemiologia, Promozione della Salute e Comunicazione del Rischio, Azienda AUSL di Bologna; Nuclei Antisofisticazione e Sanità (NAS).

L'Operazione Pangea a cura di Interpol, leggi l'articolo
Il lancio dell'agenzia di stampa ANSA